Contributo per Fornitura libri di testo agli alunni della scuola secondaria di 1° grado e secondaria di 2° grado per l'anno scolastico 2017 2018

Dettagli della notizia

La Regione Puglia, al fine dell'attuazione del beneficio per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo per l'anno scolastico 2017/2018 previsto dalla L. 448/98 e sulla base dei principi e degli indirizzi dei DPCM n. 320/1999; n. 226/2000 e n. 211/2006 fornisce i seguenti criteri:

1. Sono ammessi al beneficio gli studenti residenti in Puglia che frequentano le scuole secondarie di primo e secondo grado, 'statali e paritarie, appartenenti a famiglie il cui l'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (I.S.E.E .), rientra nella soglia di € 10.632,94.
Il valore I.S.E.E. Indicatore della Situazione Economica Equivalente viene determinato, ai sensi del DPCM 159/13, in base ai dati contenuti nella Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) il cui modello tipo e le relative istruzioni per la compilazione sono contenute nell'allegato A al DM 7 novembre 2014, pubblicato sulla G.U. - serie generale - n. 267 del 17 novembre 2014 - supplemento ord. n. 87.
2. La titolarità dell'intervento per l'erogazione del contributo per i libri di testo è dei Comuni i quali ne stabiliscono le modalità attuative (rimborso spese, buoni libro, comodato d'uso), fermo restando il requisito della residenza anagrafica, assicurando l'intervento agli studenti sotto soglia ISEE prevista al punto 1.

3. I Comuni provvedono ad emanare il proprio avviso/bando nel rispetto dei criteri di cui al presente allegato.
Possono presentare domanda gli alunni frequentanti scuole ricadenti sul territorio comunale o in comuni vicini o quelli frequentanti scuole fuori Regione con verifica in quest'ultimo caso della non sovrapposizione del beneficio. La compilazione della domanda dovrà essere effettuata da uno dei genitori o da chi ne esercita la potestà genitoriale ovvero dallo studente se maggiorenne.

4. Gli interessati, entro il 30 settembre 2017, dovranno presentare la domanda al Comune di residenza, per il tramite della scuola. La stessa dovrà essere redatta utilizzando il modello appositamente predisposto (Allegato A), scaricabile dal sito web della Regione Puglia o reperibile presso le segreterie delle Scuole. Le domande dovranno essere corredate dell'attestazione relativa all'I.S.E.E . (pari o inferiore ad € 10.632,94).
Qualora non sia ancora disponibile l'attestazione relativa all'I.S.E.E., l'interessato può comunque presentare la domanda di contributo libri di testo, indicando i dati di presentazione della DSU (Dichiarazione sostitutiva unica), in questo caso l'attestazione I.S.E.E. dovrà essere comunque prodotta al Comune.

5. Le Scuole entro il 7 ottobre 2017 dovranno trasmettere ai Comuni di residenza degli alunni le domande ricevute e complete dei requisiti richiesti.
6. I Comuni, a seguito dell'approvazione del Piano Regionale di riparto dei fondi ai Comuni determinano, gli importi dei contributi da attribuire agli studenti, tenendo conto che la misura massima del beneficio erogabile è determinata dal costo della dotazione libraria adottata dalla scuola frequentata nel rispetto dei tetti di spesa fissati e differenziati per anno e tipologia di scuola, tenendo in considerazione quanto previsto dalla nota del MIUR n. 5371 del 16.5.2017 che riporta al Decreto MIUR n. 781 del 27.9.2013. La liquidazione dei contributi per la fornitura gratuita o semigratuita dei libri di testo ai beneficiari da parte dei Comuni, è subordinata alla presentazione della documentazione attestante la spesa sostenuta per l'acquisto dei libri di testo. La documentazione di spesa relativa all’acquisto dei libri di testo deve essere conservata per 5 anni (dalla data di ricevimento del pagamento del contributo).
7. I singoli Comuni valutano l'ammissibilità delle domande, in base ai requisiti previsti, con verifica, per i casi di frequenza extra-regionale della non sovrapposizione del beneficio e liquidano il beneficio agli aventi diritto.

8. I singoli Comuni dopo aver liquidato il beneficio, dovranno trasmettere alla Regione Puglia i dati di rendiconto secondo le modalità e la tempistica che saranno dalla stessa comunicate.

9. I Comuni sono tenuti a svolgere la funzione di controllo sulle domande presentate dai beneficiari, ai sensi degli artt. 43 e 71 del DPR 445/2000 e secondo le specifiche procedure e modalità stabilite nei propri regolamenti, sia a campione sia in tutti i casi in cui vi siano fondati dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni rese dal richiedente in autocertificazione, anche dopo aver erogato il contributo per la fornitura dei libri di testo. In caso di dichiarazioni non veritiere il soggetto interessato decade dal beneficio ed è tenuto all'eventuale restituzione del beneficio, fermo restando l'applicazione delle norme penali vigenti.

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO