Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Massa culli ciciri

  • Tipo di portata: Piatti tipici
  • Difficoltà:

Prima di iniziare...

Ingredienti

Farina

Acqua

Ceci

Preparazione

(Versione dialettale)

Se mpastene tanti pugni de farina de ranu pe quanti su li parsuni ca hannu manciare, poi, cu nu manicu de scupa, se stenne lu mpastu su nu tavulu, poi se taja a strisce. Le strisce se nturtijene e se mpoggene sui vassoj, pronte cu se calene ntra l'acqua bollente. Mentre se face la pasta, ma è ancora meju se se face la sira prima su lu focu, se cocene li ciciri intra na pignata de crita e dopu se nsporiscene cu l'oju de ulia; appena tuttu è prontu, se cala la massa intra l'acqua e dopu ca s'ane sculata se misca cu li ciciri.

(Versione in italiano)

Pasta fatta in casa e ceci

Si impastano tanti pugni di farina di grano duro per quante sono le persone a tavola, quindi si stende su un piano con l'aiuto di un mattarello l'impasto sino a farlo diventare uno strato sottile di pochi millimetri. Si taglia quindi a striscioline che vengono poi attorcigliate e posate su un ripiano, pronte per essere versate nell'acqua bollente. Intanto, si sono fatti cuocere e insaporire con dell'olio d'oliva e qualche pomodoro, dei ceci, sempre in pignate di terracotta, al fuoco del camino, meglio se la sera precedente. Dopo aver fatto cuocere le striscioline di pasta e dopo averle scolate e amalgamate ben bene ai ceci, sono pronte per essere servite.

Lascia un commento

Stai commentando come ospite.

Torna a inizio pagina